Il Sale

L5
Messaggi: 1256
Iscritto il: 13 dic 2012, 15:44

Re: Il Sale

da Pere153 29 dic 2012, 15:07
Il sale è meglio usare quella senza Iodio e Fluoro, no? forse possono influire nella maturazione dell'impasto.
Forno: F1 P134H PdF / G3 Napoli M1
Farina: Caputo Pizzeria / Caputo Rossa
Impastatrice: Mani
L4
Messaggi: 951
Iscritto il: 13 dic 2012, 20:52

Re: Il Sale

da ramirez 29 dic 2012, 15:22
Credo che possano essere chiamate le classiche "masturbazioni mentali " a mio avviso basta usare quello che abbiamo in casa ....comunque se a qualcuno interessa ho trovato questo :
Su SALUTE di questa settimana, c'è un articolo dedicato al sale, l'ho riscritto perchè mi sembra interesante.
eccolo:

il sale dei vichinghi
sale marino ottenuto secondo procedimenti che risalgono addirittura ai vichinghi, il sale è prodotto per evaporazione dell’acqua di mare e successivamente viene fatto asciugare affumicandolo con legna di quercia, faggio, olmo, ciliegio e ginepro. Di colore rosato, è adatto per uova, torte salate, zuppe e patate.

Fleur de sel de guerande
Famoso nell’antichità e usato anche da luigi XIV, che vi trovava un leggero profumo di violetta, è composto da una gran varietà di Sali minerali e oligoelementi che gli danno una colorazione grigiastra, questo sale, originario della Bretagna, è considerato un classico della cucina francese, soprattutto con il foie gras

I fragili fiocchi di malton
Biancoe nevoso, con fiocchi fragilissimi, è prodotto da secoli nella manica secondo un metodo tradizionale che prevede l’ebollizione dell’acqua di mare. Molto delicato, ha aroma di brezza marina,e, per la sua alta qualità, è definito il caviale del mare

Il fiore di Camargue
Questo sale, originario della zona costiera della francia, è raccolto prima che i cristalli, aumentando di dimensione precipitino sul fondo. Molto bianco, ha una grana fine ma farinosa e una consistenza croccante. Nella confezione di vendita si cita in genere il nome del salinature, come premio per la sua abilità nella raccolta

L’affumicato del galles
I cristalli, raccolti nelle acque dell’isola di anglesey, vengono aromatizzati con il legno di quercia. Il sale affumicato è particolarmente indicato per le marinate di carne e pesce.

L’integrale di cervia
Il sale marino della riserva camillone di cervia è prodotto secondo tecniche millenarie che garantiscono la ricchezza degli oligoelementi e un sapore dolce. A cervia viene prodotto anche il salfiore, il primo sale ad affiorare, che viene raccolto ogni giorno con un retino.

La brina dell’argarve
Il flor de sal del parque natural de ria formosa, in Algarve, sono piccoli cristalli canditi appena formati che vengono raccolti poche ore dopo la formazione per evitare che precipitino. I flor de sal si sfarinano al tocco e si sciolgono in bocca, hanno grande purezza, e sono molto ricchi di minerali.

L’artigianale di trapani
Il sale marino artigianale di trapani è prodotto e asciugato naturalmente nella zona di trapani e marsala con le stesse tecniche in uso nella zona sin dal tempo dei fenici. Ha un elevato contenuto di Sali minerali, in particolare iodio, potassio e magnesio e alto potere di conservazione.

I diamanti del cashmire
Si è formato circa 250 milioni di anni fa per evaporazione di un mare e poi sottoposto a enormi pressioni per milioni di anni. Contiene circa 84 elementi diversi, ha struttura cristallina, grande purezza e colore variabile dal trasparente al rosso. È molto usato anche nel campo della cosmesi.

Il rosso hawaiano
È un sale marino al quale viene aggiunta una piccola parte di terra rossa vulcanica, ricca di minerali. Apprezzato dagli chef di tutto il mondo, è perfetto per le marinate e ha un vago profumo di alghe.
Avatar utente
Offline
L5
Messaggi: 1607
Iscritto il: 14 dic 2012, 9:16

Re: Il Sale

Avatar utente
da emalimo 29 dic 2012, 16:34
Grazie Ramirez! Articolo molto interessante vedo di procurarmi la rivista.
Per quanto riguarda il mio utilizzo del sale Himalayano per l'impasto mi sa che prima di domani mattina cambio idea. L ho usato a pranzo e ho avuto l impressione che abbia dato un sapore diverso alla pietanza. Magari è solo una impressione. .....

Ema
Ciao Ema
Messaggi: 11
Iscritto il: 29 ott 2013, 20:54

Re: Il Sale

da rico 26 nov 2013, 20:16
Ma qual è la dose di sale in base al peso di farina? Il 2%? Fin'ora sono andato a occhio ma mi viene sempre insipida...
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9589
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: Il Sale

Avatar utente
da Osvy 26 nov 2013, 23:07
rico ha scritto:Ma qual è la dose di sale in base al peso di farina? Il 2%? Fin'ora sono andato a occhio ma mi viene sempre insipida...


Beh,dipende da ciò che vuoi fare,x il pane,dai 20,ai 30 gr,x kg,di farina,mentre x la pizza,anche qualcosina in più.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Visualizza ultimi messaggi: Ordina per

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Vai a