Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
Offline
Messaggi: 6
Iscritto il: 20 set 2016, 8:00
Località: Trevi

Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
da Filippo 20 set 2016, 19:31
Chiedo scusa da subito se è stato un argomento già trattato ma non sono riuscito a trovare qualcosa di esaustivo per cui pongo la domanda sperando in qualche risposta.
Ho letto che sebbene il Pizza Party raggiunga rapidamente i 400-500° sarebbe cosa buona e giusta fargli raggiungere il massimo della temperatura molto lentamente per evitare che, quando poi si spostano le braci e si mette il reggi fiamma, la temperatura cali anche di 150° gradi e si devono inserire altri legnetti per riportarlo a temperature decenti per le veraci. Se non ho capito male, indipendentemente dalla temperatura che mi necessita il forno dev'essere "scaldato" almeno per 3-4 ore. Il problema non si pone tanto per le veraci che necessitano di un paio di minuti per la cottura quanto per le pizze in pala o in teglia ed il pane che necessitano di temperature più basse ma anche di tempi più lunghi. Il mio forno, pur essendo collegato alla canna fumaria di una camino adiacente ha anche una valvola che, se non ricordo male, andrebbe chiusa proprio per poter mantenere più a lungo le "basse" temperature (dai 200° ai 300°).
Ho capito bene? avete qualche consiglio chiarificatore?
Grazie in anticipo.
L3
Messaggi: 470
Iscritto il: 05 lug 2014, 9:21
Località: Santa Marinella

Re: Gestione temperature del Pizza Party

da Supermic 20 set 2016, 20:07
dunque io ho il pizzaparty da due anni circa e ti dico che è pronto per cuocere anche la verace in circa 45 minuti......e a dirla tutta dopo 30 minuti è meglio spostare già la brace perché altrimenti dopo 45 minuti la platea è a più di 450 gradi e la pizza la brucia sotto.......in verità il mio se metto la pizza che la platea sta sopra 350 gradi è quasi sicuro che sotto la brucia a meno di avere un impasto idratato molto almeno al 75%.........per quanto riguarda il mantenimento della temperatura dopo che hai spostato la brace di lato e messo lo spartifiamma basta un legnetti ogni tanto che ti assicura la fiamma e sei a posto......certamente però se cuoci con lo sportello in fessura è meglio perché comunque la parte subito davanti la bocca la fredda in fretta.....per il resto delle cotture io ci ho fatto molte volte il pane.......ti consiglio dopo la pizza di togliere lo spartifiamma e l'alzalegna e spargimento la brace sul piano per una decina di minuti con sportello e valvola chiusi.......poi ti tieni un po di brace dentro da un lato e rimetti lo spartifiamma chiudi lo sportello e apri la valvola così la temperatura scende gradualmente.......se proprio ti vuoi sbrigare lo sportello lo socchiuso ma al contrario cioè sotto chiuso e sopra davanti al perno cosicché perde calore ma il piano rimane caldo......io do solito quando ho la platea a 270 inforno e chiudo valvola e sportello .......dopo 15 minuti apro e giro le pagnotte davanti dietro su se stesse e richiudo......dopo 30 minuti da quando ho infornato apro un pochino la valvola.......dopo altri 20 minuti apro tutta la valvola e lascio 10 minuti poi controllo il pane che sarà sicuramente cotto e lo avvicino alla bocca e lascio altri 10 minuti senza sportello.......cotture sempre perfette
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9589
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
da Osvy 21 set 2016, 9:04
Meglio di Supermic,non ti poteva rispondere nessuno,lui lo usa magnificamente,segui i suoi consigli e sarai a cavallo.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Avatar utente
Offline
Messaggi: 6
Iscritto il: 20 set 2016, 8:00
Località: Trevi

Re: Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
da Filippo 21 set 2016, 14:21
Ringrazio Supermic ed Oswy, oggi tenterò con una pala bianca...e se viene bene mi andrò subito a comprare la mortazza anche se qui in Umbria non è facile trovarla buona coma a Roma :-)
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9589
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
da Osvy 21 set 2016, 14:39
Filippo ha scritto:Ringrazio Supermic ed Oswy, oggi tenterò con una pala bianca...e se viene bene mi andrò subito a comprare la mortazza anche se qui in Umbria non è facile trovarla buona coma a Roma :-)

Beh,vabbè,mò che in Umbria non si trovino buoni salumi,proprio non si può dire!!!!!,guarda che x me,l'Umbria è la mia seconda regione,tu dove sei?.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Avatar utente
Offline
Messaggi: 6
Iscritto il: 20 set 2016, 8:00
Località: Trevi

Re: Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
da Filippo 21 set 2016, 16:02
Allora...sono stato ovviamente impreciso...se parliamo di salumi tipo capocollo, lonza, salcicce, prosciutti...insomma....tutto ciò che proviene da una norcineria...hai ragione...non si discute. Proprio a 50m da casa mia c'è un norcino che ha clienti che vengono anche da Roma per comprare i suoi "manufatti" (io sto a Trevi, a poche centinaia di metri dalle Fonti del Clitunno, ma sono un romano de Roma da più di sette generazioni, mi sono trasferito qui perchè ci sto troppo bene!!!), ma la mortazza.....l'Umbria non è proprio il suo regno ed oltretutto qui non hanno il culto della mortazza come a Roma :-)
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9589
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: Gestione temperature del Pizza Party

Avatar utente
da Osvy 21 set 2016, 20:36
Filippo ha scritto:Allora...sono stato ovviamente impreciso...se parliamo di salumi tipo capocollo, lonza, salcicce, prosciutti...insomma....tutto ciò che proviene da una norcineria...hai ragione...non si discute. Proprio a 50m da casa mia c'è un norcino che ha clienti che vengono anche da Roma per comprare i suoi "manufatti" (io sto a Trevi, a poche centinaia di metri dalle Fonti del Clitunno, ma sono un romano de Roma da più di sette generazioni, mi sono trasferito qui perchè ci sto troppo bene!!!), ma la mortazza.....l'Umbria non è proprio il suo regno ed oltretutto qui non hanno il culto della mortazza come a Roma :-)


Hai ragione,se non trovi la mortazza,certamente hai ragione,ma è proprio strano,e sicuramente ,(trovandosi ovunque salumi + pregiati),i commercianti del luogo,snobbano tale volgare salume,io ho avuto x 40 anni una casa a Norcia,e ti assicuro che lì,NON mancava certamente,masi sa,i norcini sono una spanna in su,(commercialmente parlando),di tutti gli altri umbri.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Visualizza ultimi messaggi: Ordina per

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Vai a
cron