LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

Messaggi: 31
Iscritto il: 06 ago 2015, 11:22

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

da sciatt 01 ott 2015, 14:20
arieccomi con sto pane al lnl!!! non so cos'è successo, ma dopo una 20na giorni in frigo (davvero comodo per quando si va via) ho tolto dal lievito l'acqua scura che si era formata in superficie, fatto 3 bagnetti e puff la puzza, perchè era davvero una puzza, di acido è sparita.
Fatti un paio di rinfreschi ho panificato.
400 gr lnl (volevo usarne 600, ma ho fatto i rinfreschi con la mia solita precisione e non mi bastava), 400 farina montegemoli, e 400 00 bio molino grassi (nei 400 son compresi un paio di cucchiai di segale), 450 acqua, 5 gr sale, un cucchiaino di malto e uno di strutto. 2 ore fuori frigo con serie di pieghe, frigo per 8 ore, formatura e poi ancora frigo per altre 8 ore, 2,5 ore fuori frigo e cottura.
stavolta almeno il gusto è davvero buono! il lievito credo però debba ancora crescere come grinta

Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9591
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

Avatar utente
da Osvy 01 ott 2015, 21:49
Beh se dovrà ancora crescere,(il lievito),non lo so,ma ti assicuro che il pane è bellissimo,complimenti vivissimi.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Messaggi: 31
Iscritto il: 06 ago 2015, 11:22

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

da sciatt 02 ott 2015, 7:01
grazie osvaldo! per il crescere ho preso come riferimento la velocità con cui il tuo lievito si è ripreso dopo un lungo riposo in frigo (mi pare d'aver visto le foto con i tempi che hai postato); il mio è molto più lento, però si, sto giro son davvero contento. complimenti e grazie a te, la ricetta è tua come la dritta dell'appretto in frigo.
dino
Messaggi: 1
Iscritto il: 26 feb 2016, 18:40

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

da Gea Nicolao 26 feb 2016, 18:53
Forse hai già risposto a questo quesito: per scelte alimentari volevo sostituire la farina di Manitoba con quella di riso integrale. Che proporzioni degli alimenti metti? Grazie, un saluto Gea
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9591
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

Avatar utente
da Osvy 26 feb 2016, 20:17
A prescinderedal fatto,che di solito,entrando in casa d'altri,si bussa e ci si presenta,(x farlo c'è un link nella home),ma ti dic subito che ciò che mi chiedi è improponibile,la farina di riso,non ha glutine e quindi affatto adatta alla bisogna.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Messaggi: 7
Iscritto il: 20 nov 2016, 20:09

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

da jacopo 09 gen 2017, 17:05
Immagine
Ciao a tutti, io sto seguendo il procedimento di Osvy.
Questo (vedi foto) è il mio sesto giorno ma credo ci sia qualcosa che non va: il terzo giorno ho visto un sacco di bollicine di CO2 e anche una visibile lievitazione. Dopo quel giorno vedo solo questo.
La parte sotto non ha mezza bollicina, c'è quell'acqua scura strana e sopra c'è uno strato con delle bollicine (penso siano i lieviti che fluttano).
Cosa dovrei fare secondo voi?
Io pensavo di tenere solo la parte sopra e la parte sotto eliminando lo strato d'acqua, ma magari no, non lo so.
Studente di scienze e tecnologie alimentari alla Statale di Milano,
curioso e sperimentatore
Avatar utente
Offline
L5
Messaggi: 1045
Iscritto il: 22 ott 2013, 21:08
Località: Roma

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

Avatar utente
da Armando72 10 gen 2017, 23:31
Ciao,
è strano che non sia ancora partito. Probabilmente questo non è il periodo migliore per far nascere un lievito naturale, viste le temperature.

Comunque, togli l'acqua scura che è la parte acida, e prova ancora con qualche rinfresco. Se vedi che non reagisce, prova ad aggiungere un po' di miele e continui.

Se vuoi lasciarlo al caldo ed hai un microonde puoi fare cosi, riscaldi una tazza d'acqua (come se volessi fare un te) la lasci un minuto nel fornetto poi la togli e metti il lievito ..sembra una stupidità ma gli garantisci qualche ora a temperature superiori ai 20/25°.

Armando
L'intelligenza è una dote, la pazzia un dono
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9591
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

Avatar utente
da Osvy 14 gen 2017, 16:32
Armando,ti ha risposto benissimo,dopo aver tolto l'acqua sopra,fai un nuovo rinfresco e mettilo nel forno a 30/35°,cioè con la lucina accesa,mi raccomando,NON superare i 35,facci poi sapere.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Messaggi: 9
Iscritto il: 29 set 2016, 18:17

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

da Massimo. 30 gen 2017, 17:32
Buongiorno a te Osvy ed a tutti gli iscritti.Avrei una domanda sul LNL.
Leggendo vari libri di panificatori statunitensi come Chad Robertson,Jeffrey Hamelmann,Peter Reinhart,Ben Forkish,ecc...
noto che l'ultimo rinfresco del LNL prima del utilizzo finale viene fatto con dosi inverse rispetto alle nostre abitudini,cioe'
alcuni come Chad Robertson e Hamelmann per il rinfresco normale usano una dose doppia di acqua e farina rispetto al LNL,e per il rinfresco finale utilizzano ad esempio per prodotto da 1kg di farina, un cucchiaio di LNL maturo sommato a 200gr di acqua e 200gr di farina con 4-6 ore di riposo o addirittura con 12 ore di riposo (Hamelmann).
Secondo voi quali sono le differenze finali dei vari modi di utlizzare il LNL?
Avatar utente
Offline
L7
Messaggi: 9591
Iscritto il: 13 dic 2012, 13:49
Località: Roma Aurelia

Re: LNL DI OSVY.PROCEDIMENTO DALLA NASCITA

Avatar utente
da Osvy 30 gen 2017, 18:11
Massimo. ha scritto:Buongiorno a te Osvy ed a tutti gli iscritti.Avrei una domanda sul LNL.
Leggendo vari libri di panificatori statunitensi come Chad Robertson,Jeffrey Hamelmann,Peter Reinhart,Ben Forkish,ecc...
noto che l'ultimo rinfresco del LNL prima del utilizzo finale viene fatto con dosi inverse rispetto alle nostre abitudini,cioe'
alcuni come Chad Robertson e Hamelmann per il rinfresco normale usano una dose doppia di acqua e farina rispetto al LNL,e per il rinfresco finale utilizzano ad esempio per prodotto da 1kg di farina, un cucchiaio di LNL maturo sommato a 200gr di acqua e 200gr di farina con 4-6 ore di riposo o addirittura con 12 ore di riposo (Hamelmann).
Secondo voi quali sono le differenze finali dei vari modi di utlizzare il LNL?


Penso,che la maggior differenza,possa essere nei tempi che poi il futuro impasto maturerà.
Io,comunque,ed a differenza di tutti gli altri,ne uso,dosi massicce,in netto contrasto con le xsone sopracitate,ed il motivo,è che io lo uso anche e soprattutto,come un vero e proprio preimpasto,in pratica,a mò di biga,poi,ti confesso una cosa x mancanza di tempo,non certo x spocchia,io ,gli scritti degli altri sebbene illustrissimi,non li leggo solitamente.
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille mentre il contrario è del tutto impossibile

I miei difetti forse allontaneranno diverse persone,ma almeno so che chi resta al mio fianco,mi apprezza per quello che sono.
OSVY.
Visualizza ultimi messaggi: Ordina per

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Vai a
cron