Come si rovina una Porter

Avatar utente
Offline
L4
Messaggi: 698
Iscritto il: 01 lug 2014, 9:44
Località: Albano Laziale

Re: Come si rovina una Porter

Avatar utente
da asimmetrico 28 ago 2014, 22:30
Bene, un paio di settimane (forse tre) fa ho trovato il tempo di imbottigliare.
Non nutrivo grosse speranze, due mesi nei fermentatori sono tanti. Però non c'erano odori strani quindi via.
Dopo una settimana era completamente piatta. Non che mi aspettassi altro, il lievito dopo due mesi era probabilmente agonizzante. Adesso sta iniziando a carbonarsi, compare la prima timida schiuma.
Quello che mi da una grossa soddisfazione è il fatto che ho azzeccato l'obiettivo.
Questo stile quasi scomparso deve il suo nome al fatto che era prodotta nei bar dei porti e destinata ai marinai di turno e scaricatori di porto. Il malto veniva tostato alla meglio e un pò sbruciacchiato. Poco luppolata, spesso un pò acida, forti sentori di tostato, l'amaro dato più dal tostato che non dal luppolo. Poco corpo e poco alcool, poco carbonata (come tradizione delle Ale inglesi).
Dalla porter poi è nata la stout da cui ha ereditato la presenza di un tostato persistente, il poco corpo e la bassa gradazione, la scarsa luppolatura e la scarsa carbonazione. Ha guadagnato invece una schiuma inimitabile ed una maggiore rotondità e ha trovato l'eccellenza in Irlanda.
In generale sono birre che vanno bevute fresche di produzione perchè complice la scarsa luppolatura non si conservano molto (ed ecco l'acidità che compare nella Porter).

Di Porter ne sono rimasti pochi esempi commerciali. Quindi ecco uno dei vantaggi del farsela da soli. Si possono far rinascere stili ormai non più facilmente reperibili.

Ciao

Al
L5
Messaggi: 2339
Iscritto il: 15 dic 2012, 15:47
Località: Roma

Re: Come si rovina una Porter

Avatar utente
da Fabio Mangiafuoco 29 ago 2014, 9:14
Grazie Al!!!!
Come vedi la conosco veramente poco... NEMMENO IL NOME!!!! :oops:
Io sono decisamente per birre meno alcooliche e meno aromatiche.
So di dire una vera bestemmia, ma non ho un bel rapporto con le birre belghe...

Fabio
Motto della casa: Pane, pizza o birra. Basta che contenga lievito!!!
Avatar utente
Offline
L4
Messaggi: 698
Iscritto il: 01 lug 2014, 9:44
Località: Albano Laziale

Re: Come si rovina una Porter

Avatar utente
da asimmetrico 30 ago 2014, 3:09
Ma questa non e' belga, e' inglese e non e' affatto aromatica, tutt'altro. Quando ci vediamo te la faccio assaggiare

Ciao

Al
L5
Messaggi: 2339
Iscritto il: 15 dic 2012, 15:47
Località: Roma

Re: Come si rovina una Porter

Avatar utente
da Fabio Mangiafuoco 30 ago 2014, 20:44
Al ho fatto casino con il post, parlavo del LAMBIC trattato qualche riga indietro!!! :D
Motto della casa: Pane, pizza o birra. Basta che contenga lievito!!!
Avatar utente
Offline
L4
Messaggi: 698
Iscritto il: 01 lug 2014, 9:44
Località: Albano Laziale

Re: Come si rovina una Porter

Avatar utente
da asimmetrico 31 ago 2014, 20:52
Proposta, perche' non organizziamo una serata con una degustazione di qualche birra un po' strana? Ci si potrebbe abbinare qualche prodotto da forno se conoscete qualcuno in gamba :-) :-) :-) :-)
Al
L5
Messaggi: 2339
Iscritto il: 15 dic 2012, 15:47
Località: Roma

Re: Come si rovina una Porter

Avatar utente
da Fabio Mangiafuoco 01 set 2014, 13:41
Nei limiti del casino del mio lavoro che mi porta un po' a spasso per l'Italia, conta pure su di me!!!

Fabio
Motto della casa: Pane, pizza o birra. Basta che contenga lievito!!!
Visualizza ultimi messaggi: Ordina per

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Vai a